RSS

Prenderla nel… cuculo

17 Mag

Per tirarmi un pò su di morale, vi racconto questa cosa, una simpatica curiosità del fantastico mondo degli animali che già conoscevo e, in cui, mi sono recentemente imbattuta studiando Etologia. Una cosa che mi ha sconvolta è che credevo che fosse una informazione largamente diffusa nella cultura comune e invece persino Mr “so-tutto-io” Marco non la conosceva! Comunque vi sto per parlare del pulcino del Cuculo e del sua crudelissima infanzia!

Siamo nel mese di maggio e la primavera è arrivata in tutto il suo splendore. Ad un tratto nel folto del bosco, un’affaticata femmina di Cuculo, gravida di uova, si ferma nel nido di un passerotto; La coppia di passeri è in cerca di cibo e ha lasciato il nido e le uova incustodite… ora voi penserate che la mamma cucula userà l’occasione per farsi uno spuntino di metà mattinata e invece no, la nostra protagonista si accomoda nel nido, si sforza un pò e depone un bell’ovetto e poi… se ne va. Ma cosa? Quale mamma degenere abbandonerebbe il suo figlioletto? lo deve covare! e poi nutrire e poi… aspettate, ritorniamo al nido; nel frattenpo la coppietta passeriforme è di nuovo a casa e guarda un pò sorpresa l’enorme uovo, si guardano tra loro, riguardano l’uovo e poi con un’alzata di alucce decidono di fregarsene e di  continuare con la solita vita.

Passa un pò di tempo, la passerotta ha deposto le sue uova e si è messa a covarle; solo che non sa contare molto bene e ha iniziato a pensare che anche quell’ enorme uovo sia suo (vorrei proprio vedere da dove le è passato un uovo grosso quanto lei, ma vabbeh). Cova e cova, l’ovone si schiude e ne esce una specie di mostro, enorme e piangnucolante; i due genitori passerotti lo guardano e… si commuovono pensando a che bel ragazzone sono riusciti a fare! poi quella specie di pennuto gigante apre il becco e… i genitori impazziscono! perchè dentro, il becco, è talmente colorato che gli stimola l’impulso di rimpinzare quel pulcino come un maiale prima del macello; quindi inziano a cacciare, fino a sfiancarsi, per nutrire quella bestia affamata che credono che sia il loro cuccioletto. Ma c’è dell’altro, dato che così sarebbe stato troppo poco stronzo, quella specie di serial killer senza piume inizia a muoversi nel nido cercando di “defenestrare” le altre uova che non si sono ancora schiuse, e il bello è che spesso ci riesce! In questo modo tutto il cibo che portano quei fessi dei passeri và a lui, che cresce sano e forte, fino a quando non è pronte a lasciare il nido per portare avanti questo ciclo di orrore e parassitismo sociale.

Con questo vi lascio, e ci vediamo alla prossima puntata di “Orrorquark, tutti i segreti incoffessabili degli animali più insospettabili”.

Via allego qualche foto trovata in rete per rendere tutto ancora più crudele e realistico… baci,baci!

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 17 maggio 2012 in Animali, Humor

 

Tag: , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: