RSS

la mia stanchezza e il mio saggio fidanzato

20 Nov

bah…sono un pò stanca e anche se so che domani (o meglio oggi) sarà una bella giornatina, densa e faticosa,non ho ancora voglia di andare a dormire.

Domani ( o meglio oggi) ci saranno  giochi e tanti bambini e speriamo che tutto fili liscio…non che io sia veramente preoccupata ma, dovete sapere, che in queste occasioni (cioè quando ci sono feste diocesane o comunque attività in cui devo lavorare con altri animatori con cui di solito non collaboro) divento una fissata-precisina, che  ha sempre paura che gli altri abbiano fatto i lavativi e che si siano scordati il materiale che dovevano portare. In realtà sto cercando di cambiare questo mio atteggiamento, che mi fa risultare sgradevole e opprimente agli occhi dei miei collaboratori. Credo che questo  problema si generi da un cattivo rapporto con il senso di responsabilità: dato che mi sento personalmente responsabile per tutta l’attività e non solo per la mia parte, voglio che il lavoro di tutti sia perfetto e quindi gli sto col fiato sul collo finchè non sono sicura che l’abbiano portato a termine. Come mi dice sempre il mio saggio fidanzato dovrei cercare di essere un pò più menefreghista e rilassata, cercare di essere abbastanza elastica da gestire determinate situazioni solo quando mi si presentano e anche cercare di fidarmi un pò di più dell’operato degli altri. Diciamo che sono un pò un ” animatore regista” che prova a dirigere tutti e poi come minimo si scorda la sua parte!

bah..a proposito del mio saggio fidanzato, qualche giorno fa la nostra “storia” ha compiuto 6 anni, un bel pò di tempo! i miei colleghi di Università mi hanno chiesto come lo abbiamo festeggiato e in realtà non lo abbiamo fatto…o forse si… in realtà abbiamo passato la giornata insieme, con lui che cercava di convincermi che le parole hanno un davanti e un dietro, che in realtà è il contrario di quelli che comunemente si crede, ” perchè le parole sono come vermetti che si spostano sulla pagina da sinistra a destra, quindi la loro testa è a destra e quello è il loro davanti. Perciò quando la maestra alle elementari ti diceva metti l’H davanti, avrebbe dovuto dire metti l’H dietro!”. Ora io non so se una coppia in cui si può discutere di questo è arrivata alla frutta, oppure è ad un livello tale di armonia che può sopportare anche discorsi così assurdi…. mah, credo che protenderò per la seconda… sopratutto perchè quando me lo ha spiegato mi sono fatta certe risate!

Bene finalmente il sonno è giunto, ora mi preparo i vestiti per domani e mi metto a dormire come un ghiro acciambellato nella sua stessa pelliccia… buonanotte a tutti.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 20 novembre 2011 in Caro diario..., Riflessioni

 

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: