RSS

L’esperienza conta più della sostanza

27 Ott

L’ho scoperto pochi minuti fa, di ritorno da una rimpatriata tra vecchi compagni di classe delle elementari (gente che di media non vedevo da 10 anni, qualcuno anche 15). È stato bello, per carità, ma da un certo punto di vista anche molto triste.

Ho trovati deprimente constatare come ero circondato da gente che, per la maggior parte, poteva considerarsi “già arrivata”: eppure hanno la mia stessa età… allora perchè loro hanno già una vita propria, mentre io (assieme a pochi altri) siamo ancora qui a marcire all’università? Ma non studiavamo per avere un futuro/lavoro/vita migliore di chi non lo faceva?


E allora perchè gli unici che ancora non camminano sulle proprie gambe siamo proprio noi? Oltretutto che, chi ha studiato meno (tipo ha fatto a stento la seconda superiore) è proprio quello che ha il lavoro migliore, perchè ha avuto più tempo per farsi le ossa… io se (ipoteticamente) iniziassi a 25 anni, quando inizierò a fare sul serio, a 30?


È proprio vero, l’esperienza conta più della sostanza: ma è inutile guardarsi alle spalle e dirsi “se tornassi indietro”, l’importante è non deprimersi troppo ma fare come ho fatto io, e prenderla con filosofia – in fondo sono stato più fortunato di loro sotto altri punti di vista, e al tavolo con me ci stava pure qualche operaio-precario disperato…


Però che palle.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 27 ottobre 2011 in Caro diario..., Riflessioni

 

Tag: , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: