RSS

Il cane abbaia e noi siamo suoi schiavi (o dei vicini?)

10 Ott

È veramente insostenibile come cosa, da non credere.

Ci abbiamo provato in tutti i modi: con le buone, con le cattive, con entrambe, con metodi legali e anche illegali ma niente. Il cane abbaia, e lo fa senza un motivo apparente; così, a caso… il che rende anche difficile fargli capire che non deve farlo (come sa chiunque abbia un minimo di conoscienze sull’addestramento, il primo passo per far smettere un animale di fare qualcosa è capire perchè lo fa).


Che poi, “non deve farlo”… in realtà è nella natura di ogni cane abbaiare, e a me non dà nessun fastidio: il problema è, come al solito, i vicini.


I veri incivili, le vere bestie. Coloro che non accettano che un cane si comporti da cane ma che pretendono che questi sia come un automa. Ma sapete qual è il bello? Che negli orari previsti dalla legge (a parte casi più unici che rari) il cane tace, quindi legalmente non potrebbero dire nulla… ma lo fanno lo stesso.


Lo fanno lo stesso costringendo me e la mia famiglia a essere schiavi dell’animale, a non poter lasciare la casa in due persone contemporaneamente perchè altrimenti nessuno potrebbe zittire il cane e, quando siamo costretti ad andarcene, lo facciamo sempre col pensiero “ma abbaierà?”. Immaginatevi che bella vita.


Veramente, è una situazione insostenibile, sopratutto a livello psicologico, io non so quanto riuscirò ad andare avanti. Sicuramente leggendo queste righe vorreste consigliarmi di ignorare le proteste… ci ho pensato anch’io, ma certa gente c’è da aspettarsi di tutto, anche una bella polpetta avvelenata. E poi vallo a dimostrare che sono stati loro!


Io non sono un animalista (anzi, vado pure a caccia) ma mi considero una persona per bene: mi piange il cuore ogni volta che mi vedo in qualche modo costretto (sempre per paura della polpetta di cui sopra) a fare cose che molti definirebbero giustamente atti di crudeltà (tipo picchiare il cane – cosa che oltretutto sembra servire a poco).


Di spostarlo in un altro posto dove darebbe meno fastidio non se ne parla perchè, semplicemente, non ce l’ho.


Potrei venderlo e prendermi un altro cane, ma non voglio farlo un po’ perchè mi ci sono affezionato e un po’ per altri motivi che non ho sto ad elencare… oltretutto nessuno mi garantisce che il nuovo cane sia più tranquillo, senza contare che (a parte l’abbaio) questo è davvero un bravo, bravissimo cane.


In conclusione io sono costretto a fare cose che non vorrei fare senza neanche poter provare che le nostre paure sono fondate. Ma io so che lo sono.

L’unica cosa che posso fare è sperare, e sfogarmi qui.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 10 ottobre 2011 in Animali, Caro diario..., Riflessioni

 

Tag: , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: